Capelli bianchi cosa fare quando non coprono, i nostri consigli

Capelli bianchi: cosa fare quando non coprono

blog image

Capelli bianchi: i consigli dei nostri esperti su cosa fare quando non coprono

Esistono casi in cui può sembrare che il capello bianco non abbia coperto e le cause sono dovute a tre fattori:

  1. Scelta ossigeno sbagliato

  2. Tempo di posa errato

  3. Scelta della nuance scorretta

Si parla, invece, di capello refrattario quando il colore è stato preparato ed eseguito correttamente, ma al termine dell’operazione si notano ancora in trasparenza il numero dei capelli bianchi.

Esaminiamo adesso ogni singolo caso.

La scelta dell’ossigeno sbagliato può portare a un effetto visivo di non copertura, questo non perché l’ossigeno debba coprire i capelli bianchi, ma semplicemente non è riuscito a schiarire i capelli scuri e quindi si ottiene un effetto in trasparenza soprattutto nelle colorazioni a tonalità più chiare.

Tempo di posa errato consiste nell’errore di tenere troppo poco il colore in posa in quanto, se sciacquato prima, può creare un effetto di trasparenza: la scelta della posa è quindi di fondamentale importanza.

Scelta della nuance scorretta avviene quando la scelta della tonalità è sbagliata, troppo chiara, quindi si ottiene un effetto più chiaro a confronto con il colore del mese precedente ed anche in questo caso l’effetto visivo è quello della trasparenza, ma l’errore è dato non perchè il colore non ha coperto, ma perchè la nuance scelta non è quella giusta.

Il discorso è diverso per quanto riguarda il capello refrattario.

 Come si riconosce un capello refrattario???

Come anticipato all’inizio di questo articolo il capello refrattario lo si riconosce quando l’ossigeno, la nuance e il tempo di posa sono corretti, ma nonostante questo una volta passato il colore, al termine dell operazione si possono conoscere ancora in trasparenza i capelli bianchi come prima della colorazione.

In questo caso l’operazione corretta è la PREPIGMENTAZIONE, entriamo nello specifico di come si esegue con un esempio pratico.

Se dovessimo eseguire una prepigmentazione su una base naturale di tono 5, sceglieremo un tono dorato più chiaro, come per esempio, 6 dorato senza base quindi con l’ossigeno in diluizione 1 a 2 .

La quantità di prodotto depositato deve essere minima e il tempo di posa si deve aggirare in torno ai 10 minuti, successivamente rimuoviamo con una salvietta il colore della prepigmentazione e procediamo a passare il colore permanente: in questo caso otterremo una perfetta copertura anche con capelli refrattari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *