Consulenza di immagine - Polverini Hair Academia

Consulenza di immagine

blog image

La consulenza di immagine è il primo step da compiere sul cliente che arriva in salone.. Grazie a questa pratica il cliente, oltre a sentirsi coccolato ed importante, noterà una grande professionalità da parte del parrucchiere e si sentirà sicuro ad affidarsi alle sue mani. Quindi è essenziale farla ogni volta che si è davanti ad un nuovo cliente oppure ad un cambio look.

Consulenza di immagine:

Questa è una pratica che si sviluppa in più settori:

– la moda: quali sono gli abiti che valorizzano un certo tipo di fisico rispetto che un altro, i colori ecc

-il make-up: quali toni valorizzano maggiormente un volto, come esaltare l’occhio ( ci sono varie tecniche che cambiano a seconda  dell’occhio : se è tondo, allungato o incappucciato ecc ecc)

E per i capelli? Ma certo che si! Anzi forse è il settore più importante: la nostra chioma è la parte che si nota sempre, il nostro biglietto da visita, è necessario essere curati ed avere capelli che valorizzano la persona.

Come si può far si che questo accada? Recarsi da un professionista del settore che effettui una consulenza di immagine! Nel settore del parrucchiere tale consulenza ruota su più fronti: consulenza sul colore ( quindi se stanno meglio toni caldi o freddi ) consulenza su cute e capelli ( che tipo di cute e di capelli si ha in modo tale da trattarla nel modo giusto) consulenza sul taglio ( che va a considerare più fattori come tipo di testa, ritrose, tipo di capello)

La consulenza di immagine per un parrucchiere è sviluppare la competenza e la capacità di comprendere i bisogni e le richieste da parte del cliente. Grazie a questa competenza il lavoratore riuscirà a dare suggerimenti appropriati per servizi e prodotti ricavati dall’esame effettuato sul capello, sulla pelle e sulla cute del cliente.

Step by Step:

Il parrucchiere sa che fare una consulenza ben fatta porta via del tempo: non bisogna saltare nessuno step e bisogna essere sicuri di avere una buona comunicazione con il cliente. Così facendo non ci saranno sorprese a fine del servizio per quanto riguarda il look.

Primo step da fare è controllare che la postazione, dove poi si siederà il cliente, sia pulita e in ordine. Dopo di che andranno condotti una serie di test sui capelli e sulla cute dei clienti come:

-test della porosità: per vedere la resistenza esterna della cuticola. Basta prendere una ciocca e stringerla dalla punta fra pollice ed indice, poi scorrere con le dita verso la base. Più è resistente più i capelli sono porosi.

-test dell’elasticità: resistenza interna della cuticola. Da eseguire su capelli bagnati: se tirando il capello torna alla propria lunghezza originale senza spezzarsi ha una normale elasticità. Se invece si spezza o fatica a tornare alla propria lunghezza ha una bassa elasticità.

-test allergico: da effettuare 24/48 ore prima della tinta, per verificare che non ci siano reazioni allergiche.

– la texture del capello (quindi se è fine, media o ruvida) è un dato rilevante, che un parrucchiere, deve riconoscere durante la consulenza.

-controindicazioni cuoio capelluto (Psoriasi, cisti, dermatite, alopecia ecc): molto importante come dato anche per la scelta dei prodotti da usare e consigliare al cliente , è molto importante fare questa valutazione anche per escludere trattamenti aggressivi, come una decolorazione ,ad una cliente con la cute danneggiata.

Un altro passo importante che deve compiere il parrucchiere è quello di capire le abitudini della persona che si ha davanti: quanto tempo dedica al mantenimento dell’hairstyle? Pratica uno sport dove è necessario avere i capelli raccolti? L’ambiente di lavoro ha regole rigide in quanto a colori di capelli? Queste domande sono essenziali per soddisfare il cliente a lavoro ultimato.

Per quanto riguarda il taglio, oltre a confrontarsi con il cliente per la lunghezza , il parrucchiere durante la consulenza dovrà accertarsi della forma della testa, i tratti del volto e anche i percorsi delle crescita dei capelli, ritrose ecc, queste azioni eviteranno problemi nella realizzazione del taglio. Un passaggio che non deve essere saltato durante la consulenza che è quello di osservare la cliente prima di lavarle i capelli non dopo. Questo perchè i capelli da asciutti si presentano per come vestono in maniera naturale sulla testa della cliente.. Dunque se ci sono particolari ritrose o texture diverse di capello (riccio nella zona occipitale e lisci dentro bozze)  nella testa è fondamentale eseguirla prima di qualsiasi altro lavoro, anche prima del colore o di un shampoo.

Grazie a questi accorgimenti riuscirete ad eseguire una consulenza di immagine nel modo corretto ed il cliente sarà soddisfatto del servizio. Ricordatevi sempre che un cliente soddisfatto ritornerà nel vostro salone e vi farà buona pubblicità con i suoi conoscenti.

Accedi al nostro canale Youtube e spunta la campanella per vedere un video sulla consulenza di immagine. Clicca qui.

Anche te vuoi fare consulenze di immagine in modo corretto? Clicca qui sotto e prendi un appuntamento in Accademia Polverini!

consulenza di immagine