Taglio capelli: le tedenze provenieni dagli USA

blog image

Taglio capelli: le tedenze provenieni dagli USA

Taglio capelli: siete in cerca di ispirazione? Ecco le nuove tendenze direttamente dagli USA

BOWL CUT

Taglio dall’appeal maschile  il bowl cut si conferma di grande tenzenza anche in questa stagione autunno/inverno 2018/2019. Detto anche “taglio a scodella” nasce negli anni ’60, per ritornare poi in auge negli anni ’90 per pi ritornare dallo scorso anno sulle passerelle più glamour del mondo.

Si tratta di un hairstyle molto originale caratterizzato dalla maxi frangia che può essere interpretatoin chiave moderna con una rasatura nella parte inferiore come quello  realizzato da Joy Marsh nel suo salone in Virginia, in versione classica come Jade Bokelund nel suo salone di San Francisco.

 

      

 

 

 

 

LONG BOB

Si riconferma dopo numerose stagioni un must have e sicuramente uno  dei tagli di capelli più amati di sempre, può essere portato in vari modi: sfilato, alla pari, asimmetrico, scalato, più lungo davanti, mosso e in questo caso prende il nome di wob liscio, con frangetta o ciuffo laterale. Insomma, sono moltissime le varianti di long bob tra cui  si può scegliere. 

Ecco l’interpretazione di Rfeldmansalon di Chicago che lo ha interpretato liscio con ciuffo mettendo in leggero risalto delle striature di un solo tono più chiare.

Decisamente più “fuori dagli schemi” il colorato long bob realizzato da Constancerobbins in California.

 

                              

SHAG

E’ un taglio scalatissimo che  resiste nella top ten degli haircut già da qualche tempo. Oggi vuole importanti, negli anni ’70 nasce come taglio punk di media lunghezza scalatissimo ai lati  con la frangia e più lungo dietro.

Oggi lo si porta con svariate lunghezze con diversi gradi di scalatura  con o senza e frangia e con styling diversi come si può vedere nella realizzazione di Joel Torres  e in quella di Hairmadebyjade che gioca con il colore.

 

 

          

PIXIE

Il corto scalato per eccellenza, quello che lascia più scoperti collo, nuca e porzioni laterali della testa, prediligendo una maggiore lunghezza sulla sommità. Cortissimo ma sempre elegante, il pixie cut non ha mai smesso di affascinare le donne per quella sua innata aria un po’ rivoluzionaria e femminista proprio grazie a un bel taglio di forbici, deciso e profondo, il viso acquista carattere, sicurezza, espressività.

Une versione più tomantica quella proposta da Altthingsneea deciamente più ribelle quella di  Sam Daly.